SEMINARIO METODO BATES

VEDERE BENE SENZA OCCHIALI CON AMALIA GORNI

 

CENTRO YOGA PER TUTTI

VIA URBANO RATTAZZI 47 ALESSANDRIA

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA POSTI LIMITATI

CONTRIBUTO 70€

Gli occhi sono l'organo di senso più bersagliato in assoluto dalle nostre emozioni con la conseguenza di danneggiarne frequentemente il corretto funzionamento.

 

Disturbi visivi come la miopia, l'astigmatismo e l'ipermetropia così come la presbiopia e qualunque altro problema visivo si possono sicuramente arginare e migliorare intervenendo al più presto con un adeguato protocollo di recupero.

 

Il Metodo Bates ha aiutato fino ad oggi migliaia di persone veramente interessate a recuperare i loro occhi per non incorrere in peggioramenti e operazioni chirurgiche.


Dedicheremo una giornata intensiva di attività per il recupero della funzionalità visiva. 

 

Avrò la gioia e l'onore di guidarvi in questo entusiasmante percorso fatto di momenti di intenso sentire alternati a momenti in cui si potrà sperimentare il rilassamento nel dinamismo delle proprie aperture alla vita.

 

Il Metodo Bates è una tecnica olistica che insegna ad utilizzare gli occhi e la mente in modo naturale, agisce sulla corretta funzione visiva, per arrivare a vedere bene senza occhiali. Gli occhiali e le lenti a contatto non sono una cura per i difetti visivi, sono solo una correzione, esattamente come le stampelle non curano una gamba rotta.

 

Il medico oculista William H. Bates che visse negli Usa ad inizio ‘900, non accontentandosi di risolvere provvisoriamente i difetti refrattivi dei suoi pazienti con un paio di occhiali (che lui paragonava alle stampelle), affrontò il problema da un’altro punto vista. Osservò che molti dei problemi visivi derivano da sforzo e tensione, da cattive abitudini acquisite inconsapevolmente. Mise quindi a punto un sistema (Visual Training, o Natural Vision Improvement) per riapprendere consapevolmente le corrette abitudini visive, attraverso rilassamento, movimento e centralizzazione visiva, lavorando anche sulla memoria, sulla concentrazione e sull’immaginazione.

 

Nonostante la comprensibile grande opposizione da parte dell’industria ottica (si pensi ai produttori di lenti e occhiali, ma anche alla chirurgia Laser, agli ottici..) che è riuscita a quasi a bloccare la diffusione del metodo in molti paesi, il Metodo Bates ha in Italia una discreta diffusione con simpatizzanti, educatori e promotori, tra ottici, optometristi e oculisti.

 

Chi ci vede bene, usa la sua vista in modo rilassato e funzionale, ed è proprio questo che si apprende, in modo semplice e naturale, in un seminario di Metodo Bates. Il Metodo Bates non sostituisce le visite oculistiche che non vanno trascurate in caso di problemi visivi, ma sostiene il lavoro dei propri occhi insegnando il rilassamento e la consapevolezza, per farli funzionare al meglio.

Amalia Gorni adotta un particolare metodo integrato che prevede l’adozione di pratiche che coinvolgono sia il livello oculare (le specifiche tecniche del Metodo del Dott. Bates) sia il livello fisico generale (automassaggi, rilassamento, postura, scioglimento della tensione di collo e spalle) e sia il livello mentale (memoria visiva, visualizzazione, attenzione e presenza).


I seminari puntano all’ottenimento della consapevolezza visiva, lavorando su illusioni ottiche ed utilizzando varie tecniche olistiche utili al percorso, tra cui i rimedi vibrazionali Fiori di Bach e Acque Tibetane Cristal Mantra.


Il Metodo Bates può essere utile nei problemi refrattivi (miopia, astigmatismo, ipermetropia, presbiopia), per chi soffre di bruciore, stanchezza agli occhi, affaticamento da computer, o per qualunque problema visivo. Il beneficio si ripercuote anche su problemi di postura, perché gli occhi sono i "direttori" del movimento, e su problemi diversi come ad esempio mal di testa e problemi cervicali. Anche memoria e attenzione vengono stimolate da questo percorso. Inoltre poiché gli occhi fanno parte del Sistema Sensoriale, anche gli altri organi di senso possono essere indirettamente notevolmente stimolati a migliorare il loro funzionamento.

I seminari sono pensati per essere seguiti anche da bambini al di sopra dei 5 anni.


Amalia Gorni è Naturopata-Heilpraktiker dal 1993, anno in cui si è diplomata presso la Libera Università di Naturopatia Applicata, diretta dal Dottor Rudi Lanza. Dal 2002 al 2009 come associata dell’AIEV (Associazione Nazionale Educatori Visivi) ha partecipato assiduamente ai Convegni Annuali traendo beneficio dal confronto con altri Visual Trainer Italiani e Stranieri con i quali ha frequentato numerosi Seminari di approfondimento esperienziali e Corsi. Dal 2003 al 2011 ha frequentato diversi seminari di formazione in Discipline Olistiche (Terapia Verbale e Fiori di Bach) guidati dalla Dott. Gabriella Mereu, anche affiancandola nella sua attività durante alcuni brevi periodi. Esperta in Riflessologia plantare e Tecnica Metamorfica, insegna queste discipline a livello propedeutico ed è socia insegnante presso l’Associazione Metamorfica Italiana con sede a Monza. Insegna da molti anni e in tutta Italia il Metodo Bates, integrato dalla sua personale ed articolata esperienza, sia in sedute individuali, sia in seminari di gruppo.


Autrice di numerosi articoli su diverse testate specializzate in Naturopatia e benessere, ha pubblicato nel 2011, presso edizioni L’Età dell’Acquario il testo Vedere bene senza occhiali, con la prefazione di Gabriella Mereu. E’ formatrice per Durga per Operatori Olistici in Rieducazione Visiva, Visual Trainer Metodo Bates.