Perché lo Yoga nello sport?

Lo Yoga non è una religione o un culto. Si tratta di un sistema di esercizi che ha oltre 5.000 anni. Viene usato dalla gente per ottenere maggiore livello di salute e benessere, sia fisico che mentale.

 

Lo Yoga allena il corpo a diventare forte e flessibile, la mente a rilasciare lo stress e lo spirito a creare la pace interiore, sviluppando nel contempo una profonda connessione tra lo spirito, l'intuizione e il potere personale.

Tutto questo è essenziale per vivere una vita sana ed equilibrata e per l’atleta a trovare il meglio di sé.

 

Una pratica regolare di yoga dura da 30 min a 90min, molte pose sono tenute da 1 a 5 minuti in modo che i muscoli e il tessuto connettivo sono simultaneamente allungati e rafforzati dando loro un ricordo elastico non raggiunto con gli esercizi tradizionali.

 

Questo è di estrema importanza per l'atleta perché il tessuto connettivo si attacca al muscolo dell'osso e stabilizza tutte le articolazioni, in questo modo, si riesce a prevenire o a minimizzare le lesioni perché quando l'atleta è in azione lo fa’ in modo spontaneo.

 

Yoga non è un esercizio aerobico, ma fa’ bruciare calorie.

 

 

Maggiori benefici dello Yoga

Rinforza il tessuto connettivo profondo, una pratica costante aiuta a prevenire o minimizzare le lesioni muscolari e alle articolazioni.

 

Crea flessibilità complessiva del corpo. Aumenta la gamma di movimento e mobilità. La più grande potenza ed efficienza in qualsiasi sport arrivano quando il corpo ha equilibrio, forza e flessibilità.

 

Migliora incredibilmente l'equilibrio fisico, sviluppando nell’atleta la consapevolezza del centro del proprio corpo, mantenendo così il corpo bilanciato in azione, momento per momento, dando la possibilità di recuperare o impedire cadute, rafforzando al tempo stesso l'agilità e la manovrabilità.

 

Migliora la circolazione, massaggia gli organi interni e le ghiandole per una salute ottimale.

 

• La respirazione diaframmatica dello Yoga aiuta a far circolare il liquido linfatico, favorendo la disintossicazione del corpo, per accelerare i tempi di recupero ed eliminare la fatica.

 

• Le respirazioni Yoga aumentano la propria energia vitale.

 

Migliora l'acutezza sensoriale, la concentrazione mentale, la chiarezza mentale, la forza di volontà, e la determinazione.

 

• Si scioglie l'ansia e lo stress pre-gara. Aiuta a bilanciare e a gestire le emozioni che potrebbero offuscare l’attenzione, la concentrazione e il giudizio.

 

• Quando si esegue lo yoga come una squadra migliora la sinergia e la chimica del gruppo la telepatia sul campo di gioco.

 

 

Yoga e Calcio

La parola "yoga" porta subito ad immaginare la pace e la meditazione, ma il gioco del Calcio è un suo opposto, basta pensare alle urla e agli applausi dei tifosi che guardano una partita di calcio.

 

Lo Yoga di fatto non è uno sport, però, aiuta i giocatori in particolare quelli che giocano a calcio a migliorare nel loro gioco.

 

Diamo uno sguardo più da vicino la partita di calcio. Il Calcio comporta l'agilità e la concentrazione tra i giocatori. Dal momento che ottengono la maggior parte del gioco usando i muscoli delle gambe, le possibilità di essere feriti o di procurarsi traumi è molto alta. Questo è il punto in cui lo yoga interviene per portare il suo aiuto.

 

Il primo fondamento dello Yoga è il benessere della persona, sia nella pratica delle asana che nell'atteggiamento mentale lo Yoga indica dove tutto è al posto giusto e nella giusta direzione. Essere in questa condizione, aiuta i giocatori di calcio sotto l'aspetto fisico e mentale.

 

Lo Yoga aumenta la concentrazione e la precisione, la forza di volontà e l'energia vitale, aspetti molto importanti nel gioco. Fisicamente, riduce le possibilità per i calciatori per contrarre lesioni, questo perché lo yoga permette ai muscoli di rilassarsi e diminuire la pressione che si rivolge alle articolazioni.In più aumenta la flessibilità del corpo aumentando la "gamma" di movimenti, migliora l'equilibrio fisico aumentando la consapevolezza del proprio "centro", migliora la circolazione portando un recupero fisico più veloce.

 

Non importa a che livello si gioca, il calcio chiede fino a 90 minuti di impegno intenso. I calciatori sprintano, si fermano, tagliano a sinistra e a destra, dribblano, prendono calci.. è dura. Come risultato, i quadricipiti femorali possono diventare stretti, il che può contribuire al mal di schiena e porta tensione al ginocchio. Le ginocchia, che tengono il peso dei cambi di direzione veloci, sono vulnerabili a lesioni se i muscoli dei legamenti che li circonda non li supporta.

 

In realtà, tutto il corpo influisce sulla salute delle ginocchia. Qualsiasi squilibrio, come la cattiva postura o un collo teso, possono aggravare o creare un infortunio al ginocchio. Il peso è distribuito lungo la schiena, attraverso l'osso sacro e il bacino, e porta direttamente giù sulle vostre ginocchia. Quando sei in piedi o seduti in una posizione innaturale, le ginocchia lo saprà. La chiave per le ginocchia sane, allora, è quello di allineare il vostro corpo in modo equilibrato e naturale. Questo è un principio importante dello yoga.

 

Per proteggere le ginocchia, è essenziale che tutti i legamenti dei muscoli delle gambe siano forti e flessibil il più possibile. Per i giocatori di calcio, si raccomandano posizioni che rafforzano il tessuto connettivo intorno alle ginocchia, stinchi e caviglie, e che coltivino la flessibilità del quadricipite e dei muscoli posteriori della coscia.